Fare i monumenti italiani in pericolo?

monumenti italiani

La recente detenzione di due turisti americani, inscrivendo le loro iniziali su un muro del Colosseo di Roma, ha riacceso il dibattito su questa pratica diffusa, e quasi antica, che minaccia il patrimonio della Città Eterna. Questo tipo di vandalismo, nonché la mancanza di denaro e di cattiva gestione amministrativa e finanziaria, costituiscono una grave minaccia, secondo le autorità italiane, per la sopravvivenza di molti luoghi storici d’Italia, di cui 47 sono iscritti nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Questo nuovo episodio si è verificato diverse settimane dopo il peggioramento di una sorgente di Roma da un team di appassionati di un club di calcio olandese. Quindi, le varie associazioni di difesa del patrimonio chiamato per l’installazione di barriere intorno ai monumenti che possono essere danneggiati da vandali o i turisti che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio attraverso le antiche pietre della capitale italiana. “È esclusa la costruzione di barriere attorno a monumenti che fanno parte del patrimonio universale e appartengono a tutto il mondo”, ha detto Claudio Parisi, responsabile dei beni culturali della città, intervistato dall’AFP. Il consiglio comunale ha reagito con un programma per aumentare la consapevolezza circa la necessità di rispettare il patrimonio, in particolare nelle scuole.

Milano, l’associazione “Graffiti”

graffiti

Considerando anche la realizzazione di una campagna di comunicazione internazionale. “Bisogna educare il popolo, invocando la loro sensibilità e la loro intelligenza, e non costruire muri tra di loro e la cultura. Roma deve continuare ad essere un museo a cielo aperto. La capitale non è l’unica città che è una vittima di questo tipo di vandalismo. Nel centro storico di Napoli, che è anche parte del Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, nove su dieci monumenti hanno subito il danno dei graffiti, secondo uno studio del 2013, su “inquinamento grafico”, svolta dal gruppo di difesa dei beni culturali “Portasalvo”. Un bilancio che cade nella riduzione rappresenta un ulteriore problema, per gli enti pubblici italiani che, per anni, hanno difficoltà a prendersi cura del paese ricco patrimonio. Il settore culturale è uno dei più colpiti dai programmi di austerità adottate dai governi che si sono succeduti. Di conseguenza, il budget stanziato per la conservazione dei beni culturali, non ha smesso di diminuire in 10 anni, passando da poco più di 2.000 milioni di euro nel 2000 a meno di 1.500 milioni di euro nel 2011. Asfittica, il paese con il 60% del patrimonio mondiale dell’UNESCO, è stato costretto a ricorrere all’aiuto esterno: sponsorizzazioni, sovvenzioni dall’Unione Europea o alla vendita di beni. Di fronte a questa situazione, i cittadini hanno cominciato a mobilitarsi per salvare i loro monumenti. A Milano, l’associazione “Graffiti”, un gruppo di lotta contro il degrado urbano, creato nel 2006, invita i volontari a dotarsi di spugne e detergenti per pulire i muri.

La città di Romeo e Giulietta

la città di Romeo e Giulietta

Questo movimento di cittadini si è diffuso in più di 13 città d’Italia e ha istituito il “Cleaning Day” (Giorno di pulizia): una giornata nazionale per pulire i centri storici. “La nostra azione mira ad aumentare la consapevolezza tra la gente per renderla attiva. È la città dei loro figli che preservare e muri puliti dai vandali”, ha spiegato all’AFP Fabiola Ninoletti, segretario nazionale dell’associazione. A Verona, il consiglio comunale ha trovato una soluzione originale per il deterioramento delle pareti. Dal momento che un paio di anni fa, la città di Romeo e Giulietta è la promozione di una app per smartphone intitolato “LeaveOn” che permette di lasciare messaggi situato in un luogo specifico, e che si può vedere solo su telefoni delle persone presenti in quella zona che utilizzare l’applicazione. Una buona alternativa per i turisti che vogliono lasciare un segno indelebile del suo amore nella città di Romeo e Giulietta senza danneggiarlo”, ha detto il sito web del municipio.

L’italia difende il turismo

italia turismo
Le città italiane approvare misure per proteggere se stessi da massa visite. Firenze manguerazos per le scale, in modo che non si sente, e a Roma, di limitare le visite a Fontana di Trevi.

“Sei in un paese meraviglioso”, ricorda il regolare manifesti installato sulle autostrade italiane. L’arte, la gastronomia, la storia, i paesaggi, il clima… sono solo alcune delle armi di base di una nazione che dovrebbe avere onori nell’arte di promozione. Secondo i dati dell’associazione dei datori di lavoro Confturismo, l’anno scorso hanno visitato l’Italia più di 56 milioni di stranieri. Non è qualcosa di esclusivo per il Bel Paese, ma probabilmente è la testa in termini di numero di città che già muoiono di successo.

Colosseo

Colosseo
L’ultima difesa contro l’invasione è stata a Firenze, attraverso il tubo verso il basso preventiva. Il municipio della capitale della toscana ha deciso di irrigare con acqua e sapone per le scale di piazze e chiese, per il turista di non essere in grado di stare in loro. “Vogliamo evitare che le persone che mangiano, bevono, e di terreno, la strada come se si fosse in un ristorante. Non abbiamo intenzione di essere duro con le multe, ma preferiamo misure che sono più amichevole, che riteniamo possano essere efficaci”, ha detto il sindaco Dario Nardella.

 PATRIMONIO
Ismael Monsone Roma
“Sei in un paese meraviglioso”, ricorda il regolare manifesti installato sulle autostrade italiane. L’arte, la gastronomia, la storia, i paesaggi, il clima… sono solo alcune delle armi di base di una nazione che dovrebbe avere onori nell’arte di promozione. Secondo i dati dell’associazione dei datori di lavoro Confturismo, l’anno scorso hanno visitato l’Italia più di 56 milioni di stranieri. Non è qualcosa di esclusivo per il Bel Paese, ma probabilmente è la testa in termini di numero di città che già muoiono di successo.
L’ultima difesa contro l’invasione è stata a Firenze, attraverso il tubo verso il basso preventiva. Il municipio della capitale della toscana ha deciso di irrigare con acqua e sapone per le scale di piazze e chiese, per il turista di non essere in grado di stare in loro. “Vogliamo evitare che le persone che mangiano, bevono, e di terreno, la strada come se si fosse in un ristorante. Non abbiamo intenzione di essere duro con le multe, ma preferiamo misure che sono più amichevole, che riteniamo possano essere efficaci”, ha detto il sindaco Dario Nardella.

Palazzo Pitti

Dal concistoro sottolineare che lo studio di altre misure di questo tipo a vivere con la fugace ospite della Galleria degli Uffizi o il David di michelangelo. Firenze, a circa 90 km dal mare, è di interrompere il tradizionale crociere sul Mediterraneo, che ogni anno riceve più di nove milioni di turisti. Associazioni come la Società italiana per la Protezione dei beni Culturali in guardia che il patrimonio “non è un usare e gettare”, ma necessita di “sicurezza e protezione”.

Palazzo Pitti

Il presidente del collettivo, Roberto Conforti, del parere che “il turismo di massa crea problemi”, e non rappresenta sempre un mana, dal momento che “aumenta la necessità per la sorveglianza di alcuni servizi che sono sensibili località, tra cui i siti archeologici non può essere installato o minacciare il valore dell’ambiente in caso di loro realizzazione”. Il collettivo, che ha due anni di storia –prima di compagnie aeree low cost ha cominciato ad essere parte del famoso vocabolario – per garantire che è spesso citato l’esempio di Firenze, Roma o Venezia, ma in tempi recenti altri luoghi, come la Puglia (sud) o la Sardegna subire le stesse conseguenze.

In effetti, se c’è un icona in Italia il turismo vendetta è Venezia. Una città in cui la popolazione locale non cessa di diminuire, fino a 56.000 persone nel centro storico, secondo i dati dell’ufficio di statistica del comune, per circa 33 milioni di turisti ogni anno. Così storico è l’affermazione che il cruise non funziona, quasi letteralmente, nel cuore della città attraverso la Grande Laguna, che un gruppo, chiamato “No Grandi Navi” ha chiamato per un referendum popolare per il prossimo 18 giugno.

Scoprire i luoghi più belli d’Italia

Ci sono molti posti d’Italia che meritano una visita, in modo che in un solo viaggio, sarà complicato per conoscerli tutti.Viaggiare in Italia la pena per più motivi: il suo prezioso patrimonio artistico e culturale, le sue isole, le sue meravigliose spiagge, i suoi caratteristici borghi, i suoi grandi laghi, con la sua famosa e squisita cucina, fantastica città…

Firenze

frienze
Senza dubbio, Firenze è una delle città più belle del mondo. Inoltre, è importante tenere a mente che qui si possono trovare alcuni dei migliori musei e gallerie d’arte del mondo. E alcune delle migliori viste sul pianeta.

Roma
Come non potrebbe essere altrimenti: Roma, la capitale d’Italia. Conosciuta anche come la Città Eterna, sede di numerosi monumenti e i resti di edifici storici. Senza dubbio, passeggiando per le sue strade è come fare un viaggio attraverso il tempo. Ma queste non sono le uniche ragioni che sono la pena di viaggiare a Roma.

Venezia

Venezia
Né poteva mancare in questa lista è la città di Venezia che, in realtà, è un insieme di 120 isole unite tramite ponti. I suoi canali, i suoi palazzi, le sue chiese e le sue piazze si sobrecogerán.

Pisa
Un altro bellissimo posto dell’Italia è quello di Pisa, una città famosa per la sua torre pendente. Trascorrere un paio d’ore in questo angolo di italiani che vale la pena. L’unica cosa negativa è che il luogo è pieno di negozi di souvenir e negozio di souvenir.

Toscana

Toscana
La toscana è uno dei luoghi al mondo che hanno più fascino. Una delle regioni italiane più importanti, per il suo patrimonio artistico, storico, culturale e geografico. Ma è anche la patria di paesaggi mozzafiato e di popoli tremendamente bella. Già abbiamo parlato di Pisa e Firenze, città della Toscana, ma si dovrebbe sapere che la regione ospita anche paesaggi e popoli tremendamente bella.

Cinque Terre
Come potrebbe essere altrimenti, dobbiamo anche parlare delle Cinque Terre, un set di cinque villaggi che si trovano nella città di Liguria. Ci riferiamo a Monterrosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore

Lago Di Como

Lago Di Como
Un altro bellissimo posto dell’Italia è il Lago di como, che si trova nella regione Lombardia. Considerato il terzo più grande lago del paese, sorpreso dal suo ambiente tranquillo e piacevole. Inoltre, è importante notare che è circondato da una splendida e piccole città che vale la pena trascorrere una vacanza.

Costiera Amalfitana Infine, vogliamo parlare della Costiera Amalfitana, un tratto di costa bagnata dal mar Tirreno, che si trova sul golfo di Salerno. È un angolo di grande interesse turistico e culturale. Infatti, tutti i comuni che formano questo tratto di costa sono stati dichiarati Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco.